progettare il tuo video medico

Per progettare il tuo video medico, si inizia dalla storyboard che è la rappresentazione grafica, sotto forma di vignette disegnate, delle inquadrature di un’opera filmata.

Non impressionarti da quest’ultima espressione, è solo un modo diverso di dire la parola video. Invece inquadratura significa quello che stai puntando con la telecamera, una cosa che avrai già fatto con il tuo telefono prima di scattare una fotografia o riprendere un video.

Se sei interessato a progettare ed a realizzare il tuo video medico in modo autonomo ho scritto per te un utilissimo manuale. È gratuito e per scaricarlo subito ti basta compilare il form:

Visualizzare in anteprima come sarà il tuo video medico è un vantaggio che ti farà risparmiare molto tempo durante le riprese.

|   Il tempo è denaro

A questo punto hai già capito che una storyboard si crea prima delle riprese del video. In realtà la si potrebbe fare anche dopo, ma non è questo il caso specifico che voglio descrivere. Per adesso ti basta sapere che se hai intenzione di fare un video come si deve, indipendentemente dal dispositivo utilizzato per le riprese, il primo passo è disegnare ogni scena sulla storyboard.

Quando avrai tutte le istruzioni sui fogli, non perderai tempo a pensare cosa dovrai fare dopo, perché eseguirai i passaggi uno per volta e andrai avanti fino in fondo. Puoi addirittura scrivere sulla storyboard con che ordine temporale fare le riprese, ma di questo te ne parlo in seguito.

Ci sono situazioni dove avere una storyboard è invece uno svantaggio. Mi riferisco ai casi in cui il video è poco importante, ha un’unica ripresa e quindi non prevede un montaggio, oppure quando hai tanto tempo a disposizione. Ovviamente, se rientrassi in uno di questi casi, questo articolo non farebbe per te.

IMPARARE A PROGETTARE LA STORYBOARD

Realizzare una storyboard è semplice e a costo zero, ma vediamo cosa ti serve prima di cominciare.

  • Layout Storyboard stampato, che puoi trovare su Internet
  • Una matita
  • Una gomma.

A questo punto sei lì con il tuo foglio già riquadrato sulla scrivania e la matita in mano. A proposito, se non sei riuscito a stampare la storyboard, puoi prendere un foglio bianco e disegnare con un righello i riquadri e le linee per le didascalie.

La prima cosa da fare è riempire le informazioni come il nome del progetto, la data e altro. Non è una perdita di tempo; è importante essere sempre preciso, ordinato e puntuale.

Fatto ciò definisci la durata totale del tuo video medico. Chiediti se hai intenzione di realizzare un video lungo decine di minuti, oppure decine di secondi. Scrivi con la matita la durata totale del video sulla storyboard, in uno spazio bianco.

DEFINIRE IL TARGET

Ogni video ha un target, ovvero un destinatario ideale a cui è rivolto. Se hai intenzione di rivolgerti a tutti, sappi che probabilmente non ti starai rivolgendo a nessuno. Per scoprire il tuo target basta che ti poni queste cinque semplici domande riferite ai destinatari del video:

  1. Che età hanno?
  2. Sono per lo più uomini o donne? O entrambi?
  3. Che livello di istruzione hanno?
  4. In che luogo abitano?
  5. Sono già miei pazienti?

Adesso passiamo al momento che crea più abbandoni durante la scrittura della storyboard. Già ti sento mentre dici frasi come: io non sono bravo a disegnare, questo non fa per me ecc…

Disegnare è semplicissimo, anzi sono sicuro che hai imparato prima a disegnare che a scrivere. Beccato vero? Quindi possiamo saltare la fase dove ti insegno a disegnare.

Scherzo ovviamente.

DISEGNARE LE VIGNETTE DELLA STORYBOARD

Si inizia dal primo piano dell’inquadratura, poi viene il secondo piano e infine lo sfondo. Esempio: devi disegnarti mentre parli dietro una scrivania. Il primo piano da disegnare è la scrivania, il secondo piano sei tu e lo sfondo e tutto quello che c’è alle tue spalle.

Per disegnare i volti delle persone fai prima un ovale verticale, come una grande O. Disegna poi, con altri due ovali orizzontali, gli occhi. Fai le sopracciglia con dei piccoli archetti, sono importantissime per dare l’espressione del volto. Infine disegna la bocca sorridente e hai finito.

Continua con il corpo, avendo cura di rappresentare gli abiti e gli accessori. Se hai intenzione di fare un video in cui indossi il camice, disegna il taschino, i bottoni e lo stetoscopio sulle spalle.

Le altre cose da disegnare sono semplici e non richiedono molto tempo; sto parlando di scrivanie, lettini, quadri, finestre e attrezzature mediche. Non cadere nel circolo vizioso di chi cancella e rifà il disegno cento volte come se dovesse essere esposto ad un museo. Per ogni vignetta dovresti impiegare in tutto circa 60 secondi tra disegno e didascalie. Forse all’inizio questo tempo non ti basterà, ma con un po’ di pratica ci riuscirai, ne sono sicuro.

Progettare la storyboard di un video medico è solo questione di allenamento.

SCRIVERE LA DIDASCALIA

La didascalia è la descrizione di ogni vignetta. Di nuovo, devi essere sintetico e scrivere quello che nella vignetta non è rappresentato. Se ti sei già disegnato seduto dietro la scrivania con il camice e hai un computer di lato è inutile che tu lo scriva.

Può essere utile invece aggiungere informazioni come:

  • Durata della ripresa
  • Azione della ripresa. Ad esempio: mi sto sedendo, al secondo x mi alzo, scrivo sul foglio
  • Inquadratura della ripresa. Stretta, grandangolare
  • Illuminazione. È artificiale o naturale?
  • Espressione del viso. Rilassato, serio, con sorriso.

La didascalia serve per farti riaffiorare in mente, durante le riprese, quello che stavi pensando mentre disegnavi la storyboard. Ti renderai conto di questo quando passerai alle riprese. Scrivi quello che serve e vai avanti con la successiva vignetta.

Ogni volta che vai avanti, ricordati di numerare le vignette. Te lo ripeto, l’ordine è fondamentale in queste situazioni. Oltre a ciò, avere un numero ti aiuterà in fase di montaggio e se per caso volessi aggiungere o togliere una vignetta, durante la revisione.

Compila tutte le vignette necessarie fino ad arrivare al termine del video. Se vuoi aggiungere una vignetta in mezzo ad altre già disegnate, ti consiglio di non cancellare tutto, non finiresti più e soprattutto non modificheresti ulteriori inesattezze.

Ad esempio, se sei arrivato alla 10° vignetta e vuoi aggiungere un’altra tra la seconda e la terza, disegnala al posto della undicesima e numerala semplicemente 2 bis. Se invece devi cancellare una vignetta, disegnaci sopra una X con la matita e non modificare altro.

L’utilità della storyboard si vede anche quando puoi organizzare in anticipo le riprese. Perché se la storyboard è la rappresentazione in ordine cronologico di come sarà il video, non è detto che anche le riprese debbano essere realizzate con lo stesso ordine. Mi spiego meglio.

Hai di fronte una storyboard con sette vignette. Per te può essere utile riprendere, in un momento di una giornata, prima le scene disegnate nelle vignette 1, 3, 5, 7 e in un altro momento riprendere le rimanenti scene, ovvero 2, 4 e 6. Ti ripeto, questo è solo un esempio, nessuno meglio di te sa come può essere utile organizzare le proprie riprese.

REVISIONE DELLA STORYBOARD

Terminata la progettazione della storyboard non devi fare altro che lasciarla da parte per un giorno. Riprendila l’indomani e revisionala, controlla quello che hai scritto immaginandoti il video. Dovesti procedere così, guarda una vignetta per volta, leggi la didascalia e togli lo sguardo dal foglio immaginando la scena in tutti i suoi dettagli. Spesso io preferisco chiudere gli occhi per concentrarmi.

Continua così fino alla fine, guarda il disegno, leggi la didascalia e immagina. Se qualcosa non dovesse piacerti sentiti libero di modificarla, è normale e succede anche a me.

Ora che hai finito la revisione, non ti resta che passare alle riprese.

La storyboard è quindi un potente e rapido metodo per organizzare le riprese del tuo video. Corrisponde al progetto di un ingegnere o ad una check list. Ti fa risparmiare tempo, anche se sembra il contrario e spesso ti fa scartare idee poco utili.

Adesso che conosci anche tu come progettare la storyboard, fai pratica sul foglio e immagina come potrà essere il tuo prossimo video medico.

Se invece hai poco tempo o preferisci farti seguire da esperti per realizzare il tuo video medico professionale, non ti resta che contattarci subito. Il team di Video Medical è specializzato soltanto nella realizzazione di video per medici e professionisti del settore sanitario.

Realizza Video professionali per i medici

SCOPRI I 5 SEGRETI PER REALIZZARE IL TUO VIDEO MEDICO PROFESSIONALE CON UN SEMPLICE SMARTPHONE!

Scarica GRATIS il manuale di Video Medical.